Програма вступних випробувань з іноземної мови при вступі до аспірантури



Descargar 0.7 Mb.
Página4/4
Fecha de conversión26.03.2018
Tamaño0.7 Mb.
TipoПрограма
1   2   3   4

Compito 1. Leggi il testo ed scegli la risposta più adatta (una per ogni domanda). Scrivi le lettere delle risposte sotto i numeri delle domande nel tuo foglio di risposte.


(5)


(10)
(15)
(20)

(25)


(30)


Dalla costa partenopea e salernitana, tra Capo Miseno ed Amalfi, si erge uno scoglio che è come un sogno perso nell'azzurro cobalto del suo mare. È l'isola mediterranea invidiata ed esaltata nelle liriche più famose. È Capri. Il profumo dei fiori, la raffinata sfaccettatura dei colori, le reminiscenze di un passato millenario, l'ammaliante silenzio rotto solo dal lacerante grido dei gabbiani, sono alcune delle caratteristiche della favola che vi raccontiamo. Il primo scopritore di Capri fu Augusto nel 29 a.C. che innamoratosi dell'isola la toglie dalle dipendenze di Napoli scambiandola con la fertile Ischia. Inizia il suo dominio privato seguito dalla fiorente edilizia che il suo successore Tiberio attuò dal 27 al 37 d.C., con la costruzione di ben 12 ville.

I primi abitanti dell'isola furono i Teleboi che si stabilirono a Capri nell'VIII secolo a.C. Dell'antica acropoli greca restano solo le mura di fortificazione. Nel 1906 durante i lavori di ampliamento nell'albergo Quisisana furono rinvenuti dal medico caprese Ignazio Cerio alcuni resti di animali preistorici ed armi in pietra. Il nome di Capri, secondo alcuni storici, deriverebbe dal greco Kapros – cignale. Altri invece, l'attribuiscono all'origine latina, cioè Capreaecapre. L’isola ha una superficie di 10,36 Kmq, una lunghezza massima di 6,17 Km, in senso est-ovest, una larghezza massima di 2,75 Km e minima di 1,2 Km. Il perimetro costiero misura circa 17 Km.

I grandi eventi politici che si svolsero tra il VI ed il XIX secolo a Napoli, con il succedersi delle dinastie Angioine, Aragonesi, Spagnole e Borboniche, ebbero a Capri scarsi riflessi. L'isola esposta alla scorreria Musulmana restava abbandonata a sé stessa e la migliore difesa dei capresi era quella di disertare l'abitato della Marina per rifugiarsi sulle alture, creando Anacapri. Capri era povera di risorse e con una popolazione decimata dalle piraterie e dalla peste.

Fra il Seicento ed il Settecento, si aggiunse la rivalità dei due Comuni di Capri ed Anacapri, per la non facile regolamentazione dei reciproci diritti di giurisdizione civile ed ecclesiastica. Attraverso l'ultima eroica vicenda di sbarchi i Francesi completarono le fortificazioni sull'isola e vi restarono fino al crollo della potenza Napoleonica e alla restaurazione Borbonica del 1815. Capri esce così dal lungo letargo e si affaccia entusiasta alla vita romantica dell'800.

Iniziarono le corse verso l'isola beata di solitudine e di semplicità paesana, i soggiorni prolungati e le residenze definitive di artisti, di scrittori, di poeti stranieri. L'albergo Pagano, il primo albergo di Capri, ospitò nel 1826 il tedesco Augusto Kopisch. L'esodo degli intellettuali russi, dopo la guerra russo-giapponese del 1905, contribuì a fare di Capri, un rifugio letterario-politico. In quegli anni giunse Massimo Gorki, accolto benevolmente dall'ambiente cosmopolita dell'isola. Nella letteratura contemporanea due scrittori si dividono il primato della letteratura caprese: lo svedese Axel Munthe e l'isolano Edwin Cerio.




1. Quale delle affermazioni è giusta, secondo le linee 1-8 del testo?

(A) Prima del 29 a.C. Capri durante certo periodo di tempo dipendeva da Napoli.

(B) L’isola di Capri si vede bene da Capo Miseno ed Amalfi.

(C) Augusto nel 29 a.C. toglie dalle dipendenze di Napoli Capri insieme alla fertile Ischia.

(D) Capri e Ischia sono due scogli nel Mediterraneo.

(E) La fiorente edilizia che attuò Augusto, successore di Tiberio, dal 27 al 37 d.C. rese Capri l’isola più famosa al mondo.
2. Secondo le linee 10-15 del testo, quale delle affermazioni è giusta?

(A) Il nome di Capri deriva dal greco Kapros.

(B) Il nome di Capri deriva dal latino Capreaecapre.

(C) Il nome di Capri, secondo alcuni storici, deriverebbe dal greco Kapros - cigno. Altri invece, l'attribuiscono all'origine latina.

(D) Kapros in Greco significa “cignale”.

(E) Nel 1907 durante i lavori di ampliamento nell'albergo Quisisana furono rinvenuti alcuni resti di animali preistorici ed armi in pietra.
3. Secondo il testo, quando Capri diventa un’isola molto visitata?

(A) Nel 29 a.C.

(B) Nell’VIII secolo a.C.

(C) Nel 1906.

(D) Fra il Seicento ed il Settecento.

(E) Nell’Ottocento.
4. Secondo le linee 16-20 del testo, quale delle affermazioni è giusta?

(A) I grandi eventi politici che si svolsero tra il VI ed il XIX secolo a Napoli ebbero riflessi importanti nella storia dell’isola.

(B) I grandi eventi politici che si svolsero tra il VI ed il XIX secolo a Napoli non ebbero a Capri nessun riflesso.

(C) Tra il VI ed il XIX secolo a Napoli si succedevano le dinastie Borboniche, Spagnole, Aragonesi e Angioini.

(D) Per difendersi dalla scorreria Musulmana la popolazione si rifugia nelle montagne creando Anacapri.

(E) Gli abitanti di Capri erano numerosi.
5. Secondo il testo, Capri...

(A) ...è un’isola, non è un comune.

(B) ... è nel Mare Tirreno

(C) ... è nel Golfo di Napoli.

(D) …è il nome della famosa isola e di un suo comune.

(E) … ospitò nel 1926 il tedesco Augusto Kopisch.
6. Secondo le linee 21-32 del testo, quale delle affermazioni è giusta?

(A) Nel Seicento cominciò la guerra tra i due Comuni di Capri ed Anacapri, per la non facile regolamentazione dei reciproci diritti di giurisdizione civile ed ecclesiastica.

(B) Nel Settecento cominciò la rivalità dei due Comuni di Capri ed Anacapri, per la non facile regolamentazione dei reciproci diritti di giurisdizione civile ed ecclesiastica..

(C) Quisisana non è il primo albergo di Capri.

(D) Massimo Gorki era amico di Augusto Kopisch.

(E) Nella letteratura contemporanea due scrittori si dividono il primato della letteratura caprese: il tedesco Axel Munthe e l'isolano Edwin Cerio.

Compito 2. Leggi il testo ed scegli la risposta più adatta (una per ogni domanda). Scrivi le lettere delle risposte sotto i numeri delle domande nel tuo foglio di risposte.


(5)
(10)

Già da prima della costruzione del Teatro San Carlo a Napoli, tra le disposizioni del re Carlo I di Borbone ci fu quella di limitare gli "intermezzi buffi" negli intervalli di opera seria, a favore di una coreografia che riprendesse i temi principali dell'opera rappresentata. All'apertura del San Carlo tale disposizione venne mantenuta, allargandosi successivamente ad interi spettacoli di danza, che portarono alla costituzione di una vera e propria "scuola napoletana" che andava via via affermandosi con la fama che il Teatro riscosse via via in Europa.

Gaetano Grossatesta fu il primo coreografo del nuovo Teatro, e fu l'autore dei tre balli che accompagnarono l'opera inaugurale del San Carlo, l'Achille in Sciro di Domenico Sarro: uno venne eseguito prima dell'inizio dell'opera, un altro nell'intervallo e l'ultimo dopo la conclusione; i titoli erano: Marinai e Zingari, Quattro Stagioni, I Credenzieri).




7. Lo scopo principale del testo è

(A) raccontare la storia del Teatro San Carlo

(B) raccontare la storia del corpo di ballo del Teatro San Carlo

(C) raccontare la storia degli spettacoli di danza in Europa

(D) spiegare che gli “intermezzi buffi” non sono adatti per gli intervalli di opera seria
8. L'opera inaugurale del San Carlo si chiamava:

(A) Marinai e Zingari

(B) I Credenzieri

(C) L’Achille in Sciro

(D) Domenico Sarro

(E) Quattro Stagioni
9. Secondo le linee 6-10, Gaetano Grossatesta fu…

(A) l'autore dei balli: Achille in Sciro, Marinai e Zingari, Quattro Stagioni ed I Credenzieri.

(B) l'autore di Marinai e Zingari

(C) fratello di Domenico Sarro

(D) l'autore dell'opera inaugurale del San Carlo

(E) il migliore coreografo nella storia del Teatro San Carlo
10. Secondo il testo, il re Carlo I di Borbone...

(A) era padre di Domenico Sarro

(B) era un amante dell’opera

(C) viveva a Napoli

(D) disprezzava gli intermezzi buffi

(E) era un amante dell’operetta


2. Scrittura

Scrivi una relazione dei cambi principali nell’educazione femminile in una zona di Europa dal 1945 al 1995. Devi scivere minimo 150 parole in 20 minuti.


Educazione femminile in una zona di Europa nel 1945.

Educazione femminile in una zona di Europa nel 1995.






3. L’uso della lingua

Compito 1. Per le domande 1-15, leggi l’ articolo e decide quale parola è quell ache manca in ogni spazio numerato. Scrivi le lettere delle risposte sotto i numeri delle domande nel tuo foglio di risposte.

La selezione degli animali domestici


Charles Darwin (1) … la selezione degli esseri viventi nelle condizioni di vita selvatica, condizioni studiate nel corso del viaggio sul brigantino Beagle. Si tende a dimenticare, (2)..., che Darwin dedicò lunghi anni ed immensa attenzione alla selezione dei vegetali coltivati e degli animali domestici, tra i quali i riproduttori non sono scelti dalla prevalenza del più (3)..., che regola la riproduzione allo stato selvaggio, ma per scelta dell'uomo che preferisce un riproduttore ad un altro sulla base del vantaggio economico, come avviene per bovini e suini, o per mere (4)... estetiche, come accade per cani e colombi. Si può ricordare che nelle campagne inglesi era in corso, da alcuni decenni, la selezione in senso moderno delle razze di fondamentale interesse economico: bovini, ovini e suini.

Darwin dedicò la più (5)... considerazione all'(6)… degli allevatori dell'Isola, ed effettuò sulle loro procedure considerazioni fondamentali, che possono considerarsi la prima riflessione scientifica sul "miglioramento" degli animali allevati. Studiando l'opera degli allevatori del proprio paese, come quella dei colombofili e dei cinofili londinesi, lo scienziato britannico compose la propria opera più (7)...: La variazione delle piante e degli animali in condizione di domesticità.



(8)..., nella propria selezione, l'uomo altera radicalmente i meccanismi naturali, e produce (9)... viventi dai caratteri spesso opposti a quelli che avrebbe conservato la selezione naturale, lo scienziato britannico concepì i propri studi sugli (10)... della domesticazione come il complemento logico essenziale delle indagini sulla selezione naturale.

L'(11)... di questi studi non è riconosciuta da una parte cospicua degli autori delle opere su Darwin, che limitano la propria attenzione alle indagini sulla (12)... naturale, conservando in vita l'idea del maestro degli studi sulla selezione nelle condizioni di (13)... per la vita nella foresta.



Anche la grande (14)... per il Bicentenario di Darwin e che è stata curata da alcuni tra i massimi studiosi internazionali dedica un solo pannello agli studi di Darwin sugli animali domestici e, per di più, li fa apparire come assolutamente secondari. Per contro Antonio Saltini ha compiuto una analisi accurata della grande opera di Darwin su animali e piante domestiche, The variation of animals and plants under domestication per valorizzarne l'importanza di Darwin di (15)... degli studi sull'evoluzione, in condizioni sia selvatiche che domestiche, di tutti gli esseri viventi.


1

A

ricercò

B

studiò

C

inventò

D

vide

2

A

senza dubbio

B

inoltre

C

invece

D

malgrado

3

A

adatto

B

addatto

C

bravo

D

bello

4

A

valorizzazioni

B

decisioni

C

opinioni

D

considerazioni

5

A

amorevole

B

attenta

C

gentile

D

famosa

6

A

opera

B

lavoro

C

studio

D

selezione

7

A

grossa

B

voluminosa

C

numerosa

D

gigante

8

A

siccome

B

purché

C

perché

D

nonostante

9

A

sistemi

B

creazioni

C

animali

D

esseri

10

A

origini

B

conseguenze

C

effetti

D

risultati

11

A

argomento

B

importanza

C

effetto

D

opera

12

A

selezione

B

domesticità

C

condizione

D

riproduzione

13

A

guerra

B

lotta

C

forza

D

amore

14

A

mostra

B

fiera

C

escursione

D

conferenza

15

A

storico

B

scienziato

C

scrittore

D

fondatore

Compito 2. Per le domande 16-30 bisogna completare l´articolo proposto scrivendo la parola che manca accanto al numero corrispondente nel foglio delle risposte. Usa solo una parola in ogni risposta.
Pompei

Pompei ha origini (16)... quanto quelle di Napoli, infatti la gens Pompeia discendeva da uno dei primi popoli italici, gli Oschi. Solo dopo la metà del VII secolo a.C., un primitivo insediamento si stabilì sul luogo della futura Pompei: forse non un abitato vero e proprio, ma più probabilmente un piccolo agglomerato intorno al nodo commerciale che vedeva l'incrocio di tre importanti (17)..., ricalcate in piena epoca storica dalle vie provenienti da Cuma, da Nola e da Castellamare di Stabia

In quanto luogo di passaggio obbligatorio tra (18)... e sud, presto Pompei divenne una preda per i potenti stati confinanti, data la sua (19)... come nodo viario e portuale. Venne conquistata una prima volta dalla colonia greca di Cuma tra il 525 e il 474 a.C. Strabone riporta che Pompei fu conquistata dagli Etruschi, notizia che alla luce dei recenti scavi diventa sempre più attendibile. Nell'area del tempio d'Apollo e presso le Terme Stabiane sono stati (20)... numerosi frammenti di bucchero, alcuni addirittura con iscrizioni etrusche graffite; sempre nella zona delle Terme, inoltre, è venuta alla luce una necropoli del VI secolo a.C.

Le prime tracce di un abitato d'una certa importanza risalgono, a Pompei, al VI secolo a.C., anche se in questo periodo la città, ancora piuttosto piccola, non rivela l'esigenza di servirsi d'un piano regolatore e sembra il risultato di un aggregarsi d'edifici piuttosto disordinato e (21)....

Nel IV secolo Pompei si trovò coinvolta nelle Guerre sannitiche (al termine delle quali Roma rimase signora incontrastata di tutta la Campania) e si vide (22)... ad accettare la condizione di socia dell'Urbe, conservando comunque autonomia linguistica ed istituzionale. È al IV secolo che risale il primo regolare impianto urbanistico della città la quale, intorno al 300 a.C., ricevette la nuova fortificazione in calcare del Sarno.

Durante la seconda guerra punica Pompei rimase fedele a Roma, al contrario di molte altre città campane, e poté così conservare la sua parziale indipendenza.

Nel II secolo a.C. la coltivazione intensiva della terra e la conseguente massiccia esportazione di vino ed olio portarono nella città grande (23) ... ed un alto tenore di vita: basterebbe ricordare la ricchezza di alcune case ed il loro lussuoso (24).... La Casa del Fauno, ad esempio, può rivaleggiare in ampiezza (quasi 3000 m²) persino con le più famose dimore reali ellenistiche.

Allo scoppio della guerra sociale (91 a.C.) Pompei fu alleata contro Roma, insieme ad altre città della Campania, nel tentativo d'(25)... la piena cittadinanza romana. Ma era impossibile resistere alla superiore forza militare di Roma. Ogni tentativo di resistenza risultò (26)... e ben presto la città cadde. Le vicende politiche e militari non influirono in maniera determinante sul (27)... e sull'intraprendenza commerciale dei Pompeiani (volta soprattutto all'esportazione dei vini campani) che interessava zone anche molto remote. Per la salubrità del clima e l'amenità del (28), la città ed i suoi dintorni costituirono anche un piacevole luogo di villeggiatura per alcuni ricchi Romani, compreso Cicerone che vi possedeva un fondo.



Le fonti sono piuttosto avare di notizie riguardo alla vita di Pompei nella prima età imperiale. Solo Tacito ricorda come un fatto (29)... la rissa avvenuta tra Nucerini e Pompeiani nel 59 d.C. nell'anfiteatro di Pompei, che spinse Nerone a (30)..., per dieci anni, ogni spettacolo gladiatorio.





Compartir con tus amigos:
1   2   3   4


La base de datos está protegida por derechos de autor ©psicolog.org 2019
enviar mensaje

    Página principal
Universidad nacional
Curriculum vitae
derechos humanos
ciencias sociales
salud mental
buenos aires
datos personales
Datos personales
psicoan lisis
distrito federal
Psicoan lisis
plata facultad
Proyecto educativo
psicol gicos
Corte interamericana
violencia familiar
psicol gicas
letras departamento
caracter sticas
consejo directivo
vitae datos
recursos humanos
general universitario
Programa nacional
diagn stico
educativo institucional
Datos generales
Escuela superior
trabajo social
Diagn stico
poblaciones vulnerables
datos generales
Pontificia universidad
nacional contra
Corte suprema
Universidad autonoma
salvador facultad
culum vitae
Caracter sticas
Amparo directo
Instituto superior
curriculum vitae
Reglamento interno
polit cnica
ciencias humanas
guayaquil facultad
desarrollo humano
desarrollo integral
redes sociales
personales nombre
aires facultad